IL GOVERNO GRECO DI SYRIZA PORTA CAMBIAMENTI AL TURISMO

Ashley Nault - Feb 9, 2015
0

Prima della sua vittoria il 25 gennaio, il nuovo primo ministro greco ha parlato delle riforme che il suo partito, Syriza, intende applicare in materia di turismo alla grecia. Secondo Alexis Tsipras, il nuovo PM, il turismo è uno dei pilastri della ricostruzione economica del paese.

Il turismo sarà regolato da un nuovo super-ministero - il ministero delle finanze, infrastrutture, trasporto e turismo. L'importanza del settore del turismo rappresenta una grande parte dell'economia della Grecia (17% del PIL) ed il partito di sinistra Syriza aveva già emesso delle proposte per nuove misure durante la campagna elettorale.

Uno dei progetti è quello di sostenere le imprese piccole e medie che forniscono servizi legati al turismo. Questo è uno dei punti principali del programma di Syriza. Ciò significa ridurre il ruolo dei grandi complessi alberghieri "tutto compreso".  Queste località, con una presenza significativa in Attica e nel Peloponneso, sono stati popolari tra i turisti che pagano i costi in anticipo e non sono attratti da ristoranti locali e fornitori di intrattenimento. Come tali questi resort sono un disastro per le imprese locali.

Mr Tsipras ha detto: "Noi non vogliamo continuare a seguire l'attuale modello saturo di sfruttamento intensivo del turismo. (...) Per noi il turismo è soprattutto una questione di comunità locali che vivono e respirano con esso. "

Gli Hotel e Resort "tutto compreso" hanno preso slancio dopo la crisi del 2008. Secondo le stime di Sète, la Confederazione del turismo greco, alimentari ed i prezzi delle bevande nelle località stanno trattenendo 250.000.000 € all'anno dalle mani di piccoli ristoranti, bar e caffè. L'attenzione per le piccole imprese e il turismo locale potrebbe passare in una riduzione dell'IVA o di un adeguamento dei debiti di quelle piccole imprese turistiche.

Sempre secondo SETE, 210 alberghi di categoria 4 stelle e 5 stelle (che rappresentano il 2,2% di tutti gli hotel in Grecia) hanno venduto 54.705 camere in pacchetti “tutto incluso” durante l'estate 2014.

Un altro punto sul nuovo piano è l'ecologia. Il partito vuole sottolineare il patrimonio naturale greco. "Il nostro impareggiabile ambiente naturale è un vantaggio competitivo", ha dichiarato Tsipras. Eco turismo sarebbe qualcosa che potrebbe essere sviluppato con il turismo medico e culturale per estendere la stagione turistica.

In termini di trasporto, Syriza ha considerato la creazione di una compagnia di navigazione pubblica, reintroducendo una compagnia aerea nazionale e la creazione di un sistema di trasporto intermodale in Grecia.

Grecia deve rimborsare € 240.000.000.000 in prestiti. Nel 2014, il paese ha accolto circa 21,5 milioni di visitatori (+ 20%), con un fatturato previsto di 14 miliardi di euro.

Commenti

Aggiungi commento