IL TURISMO IN UZBEKISTAN SI STA APRENDO AL MONDO

Data 12.12.2016
IL TURISMO IN UZBEKISTAN SI STA APRENDO AL MONDO

L’Uzbekistan sta attraversando un periodo di transizione dopo la morte del suo primo e unico presidente Islam Karimov. Ha governato per 25 anni ed è morto a settembre di quest’anno. Era famoso per la sua politica dittatoriale e d’isolamento. Ora sembra che il turismo in Uzbekistan sia uno dei settori che si stanno dirigendo verso un approccio più aperto.

Il presidente eletto dell’Uzbekistan Shakvat  Mirziyaev, eletto il 4 dicembre,  sta già adottando delle misure per promuovere il turismo in Uzbekistan. Il 6 dicembre ha firmato un decreto per introdurre un regime di visti semplificati per i visitatori stranieri provenienti da 27 paesi.

Secondo questo decreto, i turisti di 27 paesi potranno entrare in Uzbekistan senza un visto a scopo turistico per 30 giorni al massimo. I turisti di questi paesi dovranno pagare una tassa d’ingresso di $50.

Alcuni paesi della lista hanno delle limitazioni basate sull’età. I cittadini di Belgio, Indonesia, Cina, Malesia, USA, Francia, Vietnam, Israele, Polonia, Ungheria, Portogallo e Repubblica Ceca devono avere più di 55 anni per entrare in Uzbekistan senza visto.

D’altra parte, i cittadini di Australia, Austria, Bretagna, Germania, Spagna, Italia, Canada, Lussemburgo, Paesi Bassi, Corea del Sud, Singapore, Finlandia, Svizzera e Giappone avranno accesso illimitato a partire dal 1° aprile 2017, quando entrerà in vigore il decreto.

Allo stesso tempo, verranno introdotti i cosiddetti “corridoi verdi” negli aeroporti internazionali uzbeki. Si tratta di un sistema di controlli doganali semplificati per i visitatori stranieri. Fino ad oggi nello stato dell’Asia Centrale non c’è mai stato niente del genere.

Il decreto presidenziale ha anche abolito la compagnia nazionale Uzbektourism. La compagnia aveva l’incarico di coordinare il turismo in Uzbekistan. In sostituzione, Mirziyaev vuole formare un Comitato Statale della Repubblica d’Uzbekistan per lo sviluppo dell’industria.

Il documento dice anche che dal 1° gennaio 2017 i servizi a pagamento per l’alloggio in hotel per stranieri saranno realizzati solo in moneta liberamente convertibile. Un’altra caratteristica importante del documento sono le misure per stimolare ulteriormente l’attività imprenditoriale nella sfera del turismo, dello sviluppo delle infrastrutture turistiche, nel fornire organizzazione turistiche e privilegi e preferenze aggiuntivi.

Il governo è stato incaricato di sviluppare il concetto di sviluppo del turismo in Uzbekistan. È stato anche discusso un programma di specifiche misure di sviluppo di tale concetto dal 2017 al 2021.

Nikolai Serbin, direttore esecutivo della compagnia Central Asia Travel, ha lodato il governo uzbeko. “Dopo che il Kirghizistan ha semplificato il proprio regime di visti per i cittadini di 44 paesi, l’afflusso turistico è aumentano significativamente. Penso che le cose andranno in modo simile in Uzbekistan” fa notare l’esperto.

“Il paese ha tutto il necessario per attirare più turisti. Il governo è attivamente coinvolto nello sviluppo del turismo in Uzbekistan. Investe in infrastrutture di trasporto, costruisce hotel, la sicurezza è a livello elevato. E ovviamente l’Uzbekistan è un paese fantastico. Ci sono moschee medioevali, antichi fortini, minareti e anche moderni centri metropolitani e la deliziosa cucina uzbeka” ha aggiunto Serbin.

Tashkent è molto famosa per i suoi musei. Il più visitato è il Museo Statale delle Belle Arti, anche se il Museo Nukus a Nukus è considerato uno dei musei principali della regione. Oltre a questa, anche la città di Samarcanda, con il Registan e Shah-i-Zinda, è una destinazione molto popolare. È valutata in posizione n.1 tra le destinazione uzbeke su TripAdvisor.

Gli effetti dei decreti presidenziali rimangono da vedere. Tuttavia l’Uzbekistan ha il potenziale per diventare una delle maggiori destinazioni turistiche. Ma ci vorrà ancora un po’ di tempo per stabilizzare il paese e metterlo sulla giusta via.

Il tuo nome
Titolo
Il tuo Paese
Il tuo messaggio
 
.TR Pubblicitàico